L'esperto Semalt definisce un motivo per cui non utilizzare l'elenco di esclusione referral per evitare lo spam

Molte persone cercano di sbarazzarsi dello spam referral in Google Analytics. Il motivo è che porta a rapporti distorti che possono alterare il modo in cui i proprietari di siti Web prendono decisioni sulle loro campagne di marketing. L'elenco di esclusione da referral è un modo per procedere. Tuttavia, per quanto sia ben intenzionato, gli esperti ritengono che questa sia un'idea terribile. Per quanto le persone continuino a rivendicare quanto possa essere una cattiva idea, nessuno ha mai colto l'occasione per spiegarne il motivo.

Jason Adler, il Customer Success Manager di Semalt Digital Services, tenterà qui di fornire questa spiegazione.

Ci sono molti articoli su come si dovrebbe andare per rimuovere lo spam di riferimento. Tuttavia, ci concentreremo solo sul perché non si dovrebbe usare l'elenco di esclusione da referral. Google si riserva l'uso dell'elenco per escludere qualsiasi traffico proveniente da carrelli di terze parti. In questo modo, Google Analytics impedisce il conteggio dei clienti nelle nuove sessioni tramite referral e acquisti di ritorno. Succede quando il cliente esce dal sito di terze parti e torna alla pagina di conferma dell'ordine in seguito.

La semplice definizione fornita da Google può provocare malintesi con il pubblico. La frase che afferma che quando si esclude una fonte di referral, tutto il traffico proveniente da quel dominio proibito non attiva una nuova sessione, confonde molti.

Di conseguenza, le persone riterranno che questa esclusione significhi che Google Analytics non includerà la visita dal rapporto. Di solito non è così. Quello che succede è che Google tenta di collegare la visita corrente con una visita originale al sito Web. Inoltre, impedisce il riconoscimento di qualsiasi informazione di riferimento. Tuttavia, c'è una visita apparente, solo che non ha alcuna fonte.

Ecco una dimostrazione di ciò che significa:

Un sito Web stackoverflow.com ha un collegamento al sito che possiede. Se la persona che visita il sito "solitario" fa clic sul collegamento o sul dominio, viene visualizzato come riferimento da StackOverflow in Google Analytics.

Nella panoramica del desktop, si legge che c'è un utente attivo sul sito, citando StackOverview nel traffico social principale. Ora, se si decide di aggiungere il nuovo dominio all'elenco di esclusione dei referral e fare clic sullo stesso collegamento, ma da un browser diverso, Google Analytics registrerà comunque la visita. Principalmente, l'elenco di esclusione tiene fuori tutti i domini inclusi nell'elenco. Secondo Google Analytics, per quanto lo riguarda, l'accesso dal nuovo browser attiva una nuova sessione, trattando l'azione come se fosse un nuovo utente. Pertanto, l'analitica lo considera come una visita diretta poiché non contiene alcuna informazione di riferimento.

Se uno include troppi link e domini spam nei loro elenchi di esclusione da referral, può lavorare contro il proprietario del sito Web e passare al traffico diretto. Pertanto, si completa l'obiettivo di eliminare lo spam di riferimento dal rapporto di Google Analytics e, al suo posto, viene visualizzata un'alternativa al traffico diretto. In entrambi i casi, le metriche del sito Web rimarranno disattivate.

Conclusione

Se i referral di spam diventano una minaccia, considera di non utilizzare un elenco di esclusione dei referral per sbarazzartene.